venerdì 1 luglio 2016

Recensione: ossessione color cremisi di Simona Liubicich

Sono stata attirata da una delle cover più fosche ed eleganti degli ultimi tempi. "Ossessione color cremisi" è un' erotic-romance dall'ambientazione vittoriana, targato Simona Liubicich per Harlequin Mondadori.

Genere: Romance erotico/storico
Pagine: 233
Formato: Ebook/ Cartaceo
Prezzo: 4,99 / 12,90
Edito: Harlequin Mondadori
Quarta di Copertina:
Londra, 1888 - Nessuna donna può dirsi al sicuro, mentre le gelide nebbie invadono le strade della metropoli sulle riva del Tamigi. Né le più sfortunate, nei vicoli di Whitechapel, dove la minaccia di Jack lo Squartatore si annida nell'ombra. Né le dame dell'alta società vittoriana, schiave di rigide convenzioni e riti soffocanti, sottomesse a padri e mariti. Olivia Lancaster non fa eccezione. Figlia di un nobile molto in vista, viene promessa in sposa al più viscido e rivoltante degli uomini, nonostante lei si opponga con tutte le sue forze. D'altra parte Olivia è una ribelle per natura. Erborista e filantropa, non si considera affatto inferiore in quanto donna ed è disposta a rischiare di persona pur di ottenere ciò che vuole. Anche l'uomo che desidera. Ethan Rowland, Conte di Stafford è stato il suo sogno proibito fin da quando era una fanciulla ed ora è pronta persino a incastrarlo con una scena di seduzione per compromettersi con lui e indurlo alle nozze riparatrici. Ma se Ethan si trova d'accordo nel godere delle grazie peccaminose di Olivia, di certo non è uomo che ami essere manovrato. Nemmeno dalla più sensuale e scandalosa lady di tutta l'Inghilterra.



Il mondo sta cambiando, ma stenta a riconoscerlo.
I costumi si evolvono, le passioni divampano sotto un'apparente morigeratezza. E Olivia lo sa bene. Olivia sa che l'epoca dei matrimoni combinati è finita, che le donne hanno diritto alla felicità o almeno a ricercarla. Olivia non è una bambola tutta balli e cucito, ma nasconde la propria bellezza dietro abiti scialbi e custodisce l' intelligenza tra manuali d'erborista.
Eppure, il padre decide per lei, di darla a un uomo inaccettabile. Un destino d'orrore, a cui lei non può che opporsi. Sarà il cuore a indicarle la via di fuga, tra le braccia di Ethan, tra mani che sono fatte per l'amore, occhi di brace e bocca maliziosa. Il suo unico amore, un sogno proibito. E Olivia utilizza le fantasie inconfessate per intrappolare l'uomo che ama, per costringerlo a un matrimonio che potrebbero volere entrambi.
Ma il senso di colpa, l'onore, la rabbia, generano una fragranza che ottenebra i sensi, che conduce svelta verso l'imprevedibile...

Ho deciso di leggere questo romanzo attirata dall'ambientazione vittoriana. Il regency la fa da padrone nel romance, ma l'epoca di Vittoria offre spunti contrastanti con cui una buona penna può andare a nozze. Il buio dei vicoli dello squartatore e i fasti della corte, la perdizione della seduzione e il pudore pubblico. Ero davvero curiosa di sapere come la Liubicich avrebbe miscelato questi elementi.

Ma andiamo per ordine:

L'elemento che ho apprezzato di più è senza dubbio l'ambientazione. Sembra di calpestare i marciapiedi fetidi di Whitechapel e di passeggiare in Hyde Park. L'accuratezza estrema conferisce l'impressione di essere nel luogo descritto, con tale vividezza che lo studio di base (evidente) non appesantisce mai la lettura. Perfino i dettagli più minuscoli riguardo all'abbigliamento o agli arredi sono perfetti.
L'autrice è stata brava anche a giocare con questa ambivalenza storico-sociale a narrare il degrado e la voglia di trasgressione, senza dimenticare le imposizioni ben più repressive. Gli stessi protagonisti sono richiamati all'ordine, al rispetto delle regole, seppure tendano a sfuggirle.

I personaggi sono tipici di questa categoria di romance, soprattutto Ethan. Bello come il peccato, orgoglioso e cieco al sentimento. Un uomo forte, con un mestiere pericoloso e amante della libertà più sfrenata. Almeno finché non si imbatte in Olivia, in lei che sembra dominarlo. 
Con tutta la sua inesperienza del mondo, Olivia ha un'incoscienza tale da travolgere ogni altro personaggio, da sovrastarlo con la propria caparbietà, con la voglia di seguire i comandi contraddittori del cuore. Proprio per questo mi sono trovata più volte a non condividere i gesti di questo personaggio che, quasi da solo, muove le fila del romanzo intero.
Olivia segue se stessa, senza porsi troppi problemi sulle conseguenze. Ragiona solo a cose fatte o non lo fa proprio. Certamente, è un personaggio allergico ai compromessi, in un'epoca in cui il compromesso e la finzione erano la regola.

I personaggi secondari, sebbene avessero meno spazio, hanno creato comunque curiosità, come Jacob, fratello di Olivia. In qualche caso, grazie al punto di vista misto, le comparse hanno assunto un fascino quasi pari a quella dei protagonisti. O almeno io ho adorato Elenoire e Falcon, e la storia del loro amore disperato. Mi sono perfino chiesta se avessero un romanzo tutto loro. Troppo intensi per far da sfondo.


Infine, un particolare che per me è stato piuttosto ostico.
Ossessione color cremisi è certamente un romanzo erotico. L'autrice è una delle penne italiane più note della categoria, e ha anche curato la collana senza sfumature della Delos. Nel suo romanzo non mancano le scene esplicite, come abbondano i brani sull'attrazione fisica dei protagonisti.
Quello della Liubicich è un erotismo forte, senza paura, e senza remore.
Lo sconsiglio a chi non ami il genere.

Al contrario, lo consiglio a chi sia amante del cremisi, inteso come seduzione, passione, ma anche orrore strisciante, sangue.

A chi sia in cerca di un romanzo innegabilmente erotico, accurato storicamente, di certo forte e che ammicchi al crime, lascio il link di amazon



2 commenti:

  1. Ciao Eiry!
    SOno una tua nuova lettrice! :)
    Hai un blog nuovo nuovo, ma spero riuscirai a farlo crescere! :)
    Ammetto di non essere una grande fan del genere erotico, ma questo romanzo mi ispira!
    Mi sa che la tua recensione ha colpito nel segno! ;)
    Lo metto in lista!
    Ciao!
    http://stoffedinchiostro.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so come mai sia riucita a leggere il tuo commento solo ora, grazie del messaggio sei stata carinissima. Se mi dici i tuoi generi preferiti posso segnalarti qualche recensione più attinente ;)

      Elimina